CICATRICI E BUONE PRATICHE D’INTERCULTURA

30 aprile ore 17.30  – PALAZZO M, Sala Grande


Tavola  rotonda con Andrea Ferraris e Renato Chiocca, autori del graphic novel “La Cicatrice”.
Lavinia Bianchi  |  Ph.; Dipartimento Ricerca Sociale Uniroma Tre,
Francesca  Cocco   |  Docente di Grafica – Liceo Artistico di Latina e illustratrice
Roberto Pergameno   |  skipper e coordinatore Emergency,
Marcello Scopelliti   |  fotografo
I ragazzi del Centro residenziale per minori stranieri La Pergola e gli studenti del Liceo Artistico di Latina che hanno partecipato al progetto di alternanza Scuola/Lavoro “IntegrArte”.

Segue firma copie.


Descrizione: Tremiladuecento chilometri è lungo il confine tra Messico e Stati Uniti, più di un terzo dei quali segnato dal muro. La frontiera. Quella che un tempo era l’icona della conquista dell’occidente, oggi è una ferita della società contemporanea, una cicatrice, attorno alla quale si alternano oscurità e luce, violenza e umanità.

Primavera 2017. Dopo la pubblicazione in America del precedente volume Churubusco, Andrea Ferraris viene invitato dall’ambasciata messicana a Los Angeles per presentare il volume che ha raccontato l’antica guerra con il Messico e Stati Uniti e che portò la California a diventare territorio americano. Quale migliore occasione per spingersi oltre confine, a Nogales, in terra messicana, e visitare la famosa zona dei reticolati che nella notte i diseredati in cerca di fortuna varcano a loro rischio e pericolo? Su quei territori Renato Chiocca e Andrea Ferraris si sono spinti in prima persona, per guardare i paesaggi, ascoltare le voci e raccogliere le storie di chi vive in prima linea quella realtà. Il risultato è un libro a fumetti che è narrazione e testimonianza, invenzione stilistica e rigore documentario, una fusione di linguaggi per restituire la complessità della frontiera, che pone delle domande di strettissima attualità, tra narcotraffico e migrazione forzata.


Andrea Ferraris dopo il liceo artistico, frequenta a Genova un corso di grafica e scenografia tenuto da Gianni Polidori ed Emanuele Luzzati. Lavora a Milano come aiuto-scenografo per il teatro e la televisione, quindi decide di assecondare una sua grande passione iscrivendosi a un corso di fumetto a Bologna dove conosce, tra gli altri, Marcello Jori, Andrea Pazienza e Vittorio Giardino.
Dopo aver collaborato con Disney Italia realizzando storie di Topolino e Paperino, nel 2008 disegna, su testi Giacomo Revelli, BottecchiaTunué. Nel 2015 pubblica il suo primo lavoro come autore completo, ChurubuscoCoconino Press, poi uscito in Francia per Rackham, in Messico per La Cifra Editorial e negli Stati Uniti per Fantagraphic. Nel 2017, con Renato Chiocca, pubblica La cicatriceOblomov Edizioni. Per Gallucci ha illustrato Cocco e Drilli e Le notevoli avventure di un Pinguino, una Gallina e un Piccione impiccione.


Renato Chiocca è regista e sceneggiatore; lavora per il cinema, il teatro e la televisione. Ha girato documentari in Himalaya, a Lampedusa e in Tunisia, e numerosi tra cortometraggi, spot, videoclip e programmi tv. Tra cinema e fumetto ha diretto Mattotti – 2006, sull’opera di Lorenzo Mattotti con la partecipazione del Premio Pulitzer Art Spiegelman, e Una volta fuori – 2012, liberamente ispirato a Gli innocenti di Gipi. Nel 2017, con Andrea Ferraris, ha pubblicato La cicatriceOblomov Edizioni.


 

 

 

Annunci